CONVEGNO “ESPORT: EVOLUZIONE TECNOLOGICA A LEGISLAZIONE INVARIATA. IL CASO LAN GATE”

Martedì 21 giugno 2022 – Sala Consiliare “Giulio Marinozzi” – Complesso Palestre Femminili – piazza Lauro De Bosis 4 – Roma

Si è tenuto il 21 giugno scorso il Convegno “ESPORT: evoluzione tecnologica a legislazione invariata. Il caso LAN gate” organizzato dall’Università degli Studi di Roma “Foro Italico” in collaborazione con la Fondazione Universitaria Foro Italico, l’Ordine degli Avvocati di Roma, l’Associazione Italiana Avvocati dello Sport e l’Accademia Forense.

Nel presentare l’evento, il Prorettore Vicario Prof. Fabio Pigozzi ha ricordato come gli esport rappresentino una tematica di grande attualità ed interesse,  molto sentita nel movimento olimpico e da tempo presente nell’agenda delle federazioni sportive internazionali sottolineando come, nell’ambito di questo fenomeno, anche all’Università “Foro Italico” stia particolarmente a cuore il rispetto dell’integrità delle procedure e quello della privacy, al pari di un impegno volto ad evitare una percezione negativa del movimento dei giochi elettronici.

L’incontro ha quindi posto particolare attenzione all’aspetto del riconoscimento e della definizione disciplinare dei giochi sportivi virtuali nonché alla necessità di una regolamentazione ad hoc con una normativa che tuteli tutti gli sportivi, gli imprenditori e gli operatori di un settore in grandissima espansione e di enorme impatto economico. Nel corso dei numerosi interventi è infatti emersa l’esigenza di uno studio specifico riguardo ad una realtà che ha bisogno di una collaborazione tra giuristi e soggetti imprenditori, ma anche di una valutazione da un punto di vista scientifico per capire se il movimento può essere realmente equiparato, sotto il profilo della salute, all’attività fisica e ai benefici dello sport.

I partecipanti al convegno, partendo dal caso delle Sale Lan, ormai riconosciute come spazi di aggregazione di giovani, hanno stigmatizzato i ritardi normativi in Italia, evidenziando la mancanza di una legge adeguata ai tempi e all’innovazione tecnologica,  che definisca “cosa sono gli esport e soprattutto cosa non sono”, e segnalando la pressante necessità di aggiornamento di un processo di controllo e di regolamentazione finalizzata al “buon gioco” e alla tutela dei giocatori e di tutti gli altri soggetti coinvolti in un settore che non è più un semplice fenomeno ma è divenuto una realtà mondialmente riconosciuta.

 

aggiornato: 

Giovedì, 23 Giugno 2022 - 10:45am

Sottosezione: 

91